Informavirus: conoscere ci salva

Vi proponiamo il video INFORMAVIRUS: CONOSCERE CI SALVA realizzato durante i mesi di giugno e luglio 2020 nell’ambito Progetto FAMI (PROG 2255 FAMI WIFI) con Anci Umbria. La Cooperativa Sociale Perusia Onlus ha coinvolto i beneficiari del Progetto SPRAR/SIPROIMI del Comune di Perugia. Il video è stato prodotto dall’Associazione dei Mestieri del Cinema Umbri. Le musiche sono state concesse dal cantautore Massimiliano Cremona. Grazie a tutti per aver partecipato con trasporto e con emozione. Oggi questo video è pertinente ed attuale!!!

Raccolta delle olive

Oggi raccolta delle olive al Centro Immigrati con i beneficiari del Progetto SPRAR SIPROIMI del Comune di Perugia. Manteniamo le distanze, ma anche le tradizioni!!!

Le istituzioni in Via del Favarone per il Progetto Futuro Nel Verde

Al Centro Immigrati di Via del Favarone i corsisti del progetto Futuro Nel Verde, realizzato con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, hanno presentato gli elaborati conclusivi all’Assessore Edi Cicchi e al consigliere comunale Federico Lupatelli. Sono emerse: professionalità, competenze e desiderio di contribuire alla valorizzazione delle aree verdi del territorio di Perugia.

 

Formazione del Progetto In S.T.R.A.D.A.

È iniziata oggi, 25 settembre 2020, la formazione dello staff di professionisti ed operatori del Progetto In S.T.R.A.D.A. Un percorso di formazione di 36 ore, intenso, poliedrico, completo per sostenere insieme le persone che avranno bisogno di noi. La Cooperativa Sociale Perusia Onlus è partner insieme alla Cooperativa Nuova Dimensione. La Cooperativa Polis è capofila del Progetto di innovazione sociale.

In preghiera con San Pio

Tutti i nostri nonni della Casa di Quartiere Casa Padre Pio, ieri 23 settembre 2020, giorno di San Pio, hanno pregato per noi… ed oggi continuano… sono una risorsa preziosa! Grazie!!!

Aggiornamenti sul corso di Operatore in Ortoterapia

Il 23 settembre, durante il corso di Operatore in ortoterapia che si svolge alla Casa di Quartiere – Casa Padre Pio a Castel del Piano si è dato il via alla realizzazione di saponi con piante aromatiche e officinali il progetto Futuro nel verde realizzato con il sostegno Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia prosegue producendo tanti interessanti frutti!

“Perugia for the world” alla Mostra del cinema di Venezia

Cosa è accaduto a Perugia durante il lockdown? Come si presentava la città quanto tutti gli abitanti non potevano uscire dalle proprie case? Grazie alla brillante idea del regista Federico Menichelli, Presidente dell’Associazione dei Mestieri del Cinema Umbri, sul grande schermo, si potrà contemplare lo spazio negato nei giorni della pandemia. Il progetto filmico “Perugia for the world” presentato il 26 agosto alla Sala dei Notari di Palazzo Priori a cui hanno preso parte molte personalità e realtà del territorio, rappresenta una grande opportunità per l’intera città, ma anche per l’Umbria.

Dunque è tutto pronto per portare all’attenzione delle partnerships internazionali la nuovissima ed originale produzione dello Studio Lumière per i Mestieri del Cinema Umbri, le cui riprese sono iniziate lo scorso 24 aprile e sono proseguite, in gran parte, proprio in piena emergenza Covid19.

Nel pieno rispetto delle norme, con guanti, dispositivi di protezione individuale, mascherine e distanza sono state realizzate le riprese. Ed ecco, entrano in scena tanti Umbri, tutti che nel distanziamento cercano un contatto, una connessione umana che non può essere dimenticata.

Indispensabile è stato il partenariato con il Comune di Perugia, presente durante la conferenza stampa mattutina il Sindaco Andrea Romizi e l’Assessore Francesca Vittoria Renda.

Il film sarà presentato alla 77esima Mostra del Cinema di Venezia (in programma al Lido dal 2 al 12 settembre) nell’ambito dello spazio speciale riservato all’Umbria dei Mestieri, all’interno di Hollywood Celebrities, con un evento dedicato, fissato per l’8 settembre, a partire dalle 17:30.

Hanno aderito con entusiasmo al progetto tanti nomi e personalità del panorama regionale, tutti nell’intento di raccontare, attraverso il cinema, il momento storico particolarissimo, attraverso una condivisione del proprio mondo, nella difesa del proprio quotidiano e nel tentativo di proteggere tutto ciò per cui si sono alzati ogni mattina. “Quell’ikigai orientale – spiega Federico Menichelli – che, nel film, diviene àncora di salvezza, ma anche creatura da difendere e sostenere”; ed il regista prosegue: “Perugia come fosse Trevi, o Terni, o Giove o Montone. Perugia come fosse Milano, Parigi, Londra o New York. Perugia sorella di ogni città del mondo. Con tanta Umbria pronta a sorreggere l’idea, forse folle, di raccontare. Anche quando continuare a raccontare, con quel poco che si ha, è ancor più faticoso del solito”.

Perugia for the world” diventa inevitabilmente sinonimo di Umbria for the world considerando la partecipazione attiva di tanti personaggi e rappresentanti di associazioni ed organizzazioni: il pittore Franco Venanti, il marionettista Mario Mirabassi, il Perugia Calcio, l’Università per Stranieri, Eugenio Guarducci ed Eurochocolate, la Sir e Aleksandar Atanasijevic, il Teatro Stabile dell’Umbria, con un monologo dell’attore Michele Nani in un Teatro Morlacchi deserto, il Sindaco Andrea Romizi, l’Assessore alla Cultura Leonardo Varasano, Raffaele De Vincenzi, attore perugino recentemente diplomatosi all’accademia d’arte drammatica di Roma, l’Assessore alle Produzioni Cinematografiche Francesca Vittoria Renda, il Kandinsky Pub con Simone Boccardini, il Jazzista internazionale Gabriele Mirabassi e Dj Ralf che oltre ad un ruolo nel film offrono anche la loro musica, Valeria Guarducci e l’Hotel Giò Jazz and Wine, la Croce Rossa Italiana, la Polizia Municipale, Jalila con la sua scuola di danza, e tanti tanti altri. Si aggiungono anche le musiciste Rachele Spingola e Arianna Felicioni, il presentatore di eventi Massimo Zamponi, Federica Bardani organizzatrice di eventi. Hanno preso parte, tra gli attori, anche i beneficiari del progetto SPRAR/SIPROIMI del Comune di Perugia gestito dalla Cooperativa Sociale Perusia Onlus.

L’articolo completo sul sito: www.vivoumbria.it

Un viaggio nel profumo viola della lavanda

ASSISI – In una giornata particolarmente calda, con il sole cocente pronto ad illuminare qualsiasi superficie, di fronte agli occhi si è aperta una distesa viola di lavanda. Il profumo inebriante ha accompagnato tutto il percorso al Lavandeto di Assisi, una vera e propria eccellenza umbra. Pochi chilometri sotto la Basilica di San Francesco di Assisi, nel paese di Castelnuovo, nel 2004, è nato un luogo che ospita un vivaio ed in cui hanno preso il via produzione e la vendita (anche on line) di piante per giardino, piante aromatiche ed ornamentali, piante perenni vivaci, da secco, arbusti. E’ interessantissima anche la presenza di piante acquatiche, palustri, ninfee e loti. Il giardino da visitare nasconde un labirinto e i campi di lavanda sono colmi di diverse tipologie della stessa.

L’azienda agraria è nata dalla passione per la natura e per il giardinaggio dei titolari Lorena Fastellini e Gino Perticoni.

La visita guidata, a cura dei proprietari e della dottoressa Valentina Fuoco, è stata organizzata nell’ambito del Progetto “Futuro nel Verde” realizzato dalla Cooperativa Sociale Perusia Onlus con il sostegno della Fondazione Cassa di risparmio di Perugia ed ha visto la partecipazione dei discenti del “Corso per la corretta e moderna produzione di Piante Officinali”. Tra gli studenti i beneficiari del Progetto Sprar/Siproimi del Comune di Perugia.

Tra le meraviglie osservate i giardini botanici di tre ettari visitabili che permettono ai clienti ed agli appassionati di giardinaggio di conoscere tantissime piante mediterranee ed insolite nel loro sviluppo naturale. Oltre ai due ettari di campi di lavanda con filari di lavanda bianca, lavanda rosa, lavanda blu e lavanda viola sono stati creati giardini con una collezione di oltre 70 varietà di salvie da fiore ed il giardino botanico delle piante aromatiche.

Sono numerose rose viola e le piante perenni vivaci presenti sono: gaure, budleje, verbene, echinacee, achilleee, aster e graminacee; si può anche scoprire tutto su queste coltivazioni durante la più bella ed importante “Festa della Lavanda” d’Italia. La fioritura è ancora in corso, ma nella fase finale, e “Nonostante il Covid – racconta Gino Perticoni – le vendite on line sono andate benissimo e le produzioni sono state abbondanti. Con nostro stupore anche le visite non sono mancate ed il nostro obiettivo è proprio incrementarle coinvolgendo sempre più le scuole ospitando bambini, adolescenti e giovani”.

Al termine della mattinata, con un distillatore da 70 litri, è stato prodotto l’olio essenziale di lavanda (da piante che hanno visto coltivazioni naturali ed etiche) ed è stata una magia vedere come esso rimane in superficie rispetto all’acqua distillata utile per i prodotti cosmetici.

Il Lavandeto di Assisi in tutta la Penisola è l’unico vivaio con giardini dimostrativi e produce e fornisce servizi preziosi ed utili come la progettazione di giardini on line e consigli per come procedere con la cura delle piante durante le varie stagioni; il Lavandeto espone inoltre presso le più prestigiose e selezionate mostre di florovivaismo italiane.

E’ assicurato che il profumo della lavanda rimane impresso nella memoria come una seducente scia.

Per maggiori informazioni https://www.illavandetodiassisi.com/

Fonte: VivoUmbria

 

ESITO SELEZIONE PROFESSIONISTI PER PROGETTO IN. S.T.R.A.D.A

Pubblichiamo l’esito delle selezioni per le figure professionali che opereranno nell’ambito del progetto IN. S.T.R.A.D.A. a seguito della seconda riapertura.

L’elenco dei professionisti selezionati per l’equipe multidisciplinare.

Comunicazione esiti Selezione Progetto IN.STRADA_RIAPERTURA AVVISO

In.S.T.R.A.D.A. è un progetto realizzato nell’ambito dell’avviso pubblico per la presentazione di Progetti Sperimentali del terzo settore_Azioni innovative di welfare territoriale in attuazione delle misure previste dal POR FSE 2014-2020 Regione Umbria e dal POR FESR 2014-2020 Regione Umbria.
I partner di progetto sono: SCS POLIS, SCS Nuova Dimensione e Cooperativa Sociale Perusia Onlus.

Al via i nuovi corsi di Futuro Nel Verde

Il 7 ed il 15 luglio sono iniziati in nuovi corsi del Progetto “Futuro Nel Verde” realizzato con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia. Una grande affluenza, tanta partecipazione e desiderio di ricominciare!!! Il “Corso della Corretta e Moderna Coltivazione di Piante Officinali” si svolge in zona Monteluce, in Via del Favarone; il “Corso di Ortoterapia”, invece, ha sede a Castel del Piano presso la Casa di Quartiere “Casa Padre Pio”.